Primo percorso scelto da Robin per fare da guida, il sentiero del Giro delle cinque Torri si volge interamente sui crinali della Langa Astigiana, nei comuni di Monastero Bormida, Bubbio, San Giorgio Scarampi, Olmo Gentile e Roccaverano.

Questi comuni fanno parte della più ampia Comunità Montana della Langa Astigiana – Valle Bormida. La definizione Langa Astigiana è di natura politica amministrativa, giacché il territorio interessato fa parte del ben più ampio sistema collinare delle Langhe, reso famoso da Cesare Pavese e Beppe Fenoglio.
Questa parte di Langa, a differenza di quella che gravita sulla città di Alba, per la sua distanza dalle grandi vie di comunicazione moderne e dalle città, si presenta ancora con i suoi caratteri originali: contemporaneamente aspra e dolce, selvaggia e coltivata, ricca di storia, monumenti, flora e fauna.

Il sentiero è costituito da un percorso ad anello che partendo da Monastero Bormida collega le torri medioevali di Monastero Bormida, San Giorgio Scarampi, Olmo Gentile, Roccaverano, Vengore. Durante il percorso sono visibili anche le torri di Perletto, Denice e Castelletto d’Erro. Tutte queste torri costituivano la linea di difesa della famiglia dei Marchesi del Carretto, che in quei tempi controllavano buona parte delle Langhe e dell’Appenino Ligure contro le invasioni saracene.

Il sentiero è percorribile in qualsiasi stagione dell’anno, anche se per il caldo non sono consigliabili i mesi di luglio e agosto; le stagioni migliori per la natura e i colori sono la primavera e l’autunno.
Tutto il percorso è segnalato con tacche di vernice gialla a forma di rombo o linea, ed è molto vario poiché si percorrono strade in parte asfaltate, bianche, carrarecce, sentieri nei boschi e nei prati; è percorribile anche in mountain-bike con l’esclusione di brevi tratti nei boschi ove occorre trasportare la bici in spalla. Sono anche presenti codici QR di Rob-In attraverso i quali si può entrare in contatto con le aziende partner del progetto.

Poiché il percorso si snoda principalmente sui crinali, non si trovano sorgenti o fonti d’acqua, ma ci si può rifornire nei centri abitati dei tre comuni che si attraversano.
La fauna è molto varia e si possono incontrare caprioli e daini; Nelle belle giornate la vista spazia su buona parte dell’arco appenninico e alpino, dal Monte Beigua alle Alpi Liguri, Alpi Marittime, Monviso, Alpi Cozie e Graie, Monte Bianco, Cervino, Gruppo del Rosa, Alpi Pennine ma principalmente sulla Valle Bormida di Millesimo, sul Bricco Puschera e sulla Valle Bormida di Spigno.

Photo Credit: Provincia di Alessandria

DIFFICOLTÀ: E
SEGNAVIA: CAI bianco e rosso
DURATA: h 8,30 – h. 9,00
SENTIERO: CAI
SVILUPPO: km 30,800
DISLIVELLO TOTALE: 910 m
CARTINE: Langa Astigiana Val Bormida
PERCORRIBILITA’: in ogni stagione, con preferenza per la primavera e l’autunno.

Al sentiero delle 5 Torri Robin sta aggiungendo molti altri percorsi!

Sito del CAI Acqui Terme

Photo Credits: Provincia di Alessandria e CAI Acqui Terme

1 Comment

  • Maurizio
    Posted 7 Luglio 2020 at 23:24 0Likes

    Esperienza indimenticabile!!!

Leave a comment